• Home »
  • Blog »
  • I Finocchi: accorgimenti per ottenere un raccolto di qualità!

Dal blog di Copyr Dal blog di Copyr

L'orto

I Finocchi: accorgimenti per ottenere un raccolto di qualità!

pubblicato il 26.02.2016

Il Finocchio (famiglia delle Apiaceae), ortaggio tipicamente invernale, è uno dei protagonisti della tavola in questo periodo: può essere consumato in mille modi, crudo in insalata o pinzimonio, cotto, gratinato, da solo o accompagnato ad altre verdure di stagione. Si tratta di un ortaggio estremamente dietetico, ricco in acqua, con proprietà diuretiche e depurative. E’ ricco in sali minerali, vitamina C e acido folico. Non contiene grassi né amido.

La pianta del finocchio, che può raggiungere i 60-70 cm, viene coltivata per la produzione del cosiddetto “grumolo”, costituito dalle guaine fogliari sovrapposte che si sviluppano e ingrossano a partire dalla base della pianta. Per ottenere finocchi teneri e bianchi, si esegue la pratica dell’ ”imbiancamento”, un paio di settimane prima della raccolta.

La coltivazione del finocchio richiede alcuni accorgimenti per ottenere un raccolto di qualità. Scegliete una posizione soleggiata con terreno ricco di sostanza organica, morbido e ben drenato. La semina si esegue durante il periodo estivo, da luglio in avanti; il finocchio sarà pronto per la raccolta dopo circa tre mesi. Il terreno deve essere innaffiato con regolarità, lasciandolo asciugare tra un’irrigazione e l’altra, in modo tale da evitare dannosi eccessi di umidità.

Le varietà più coltivate sono: il Romanesco, tondo e grosso; il Dolce di Firenze; il Grosso di Sicilia; il Gigante di Napoli.

E il finocchietto selvatico? E’ uno stretto parente del finocchio; differisce per la sua struttura più semplice, che non dà origine alle guaine fogliari sovrapposte che caratterizzano il grumolo del finocchio coltivato. Viene utilizzato più che altro per aromatizzare cibi e pietanze con semi o parti del fusticino.

Quali malattie colpiscono questo ortaggio? Attenzione alla Sclerotinia, malattia fungina che, favorita da umidità eccessiva nel terreno, danneggia i finocchi coltivati. Somministrate, a livello preventivo e curativo, un fungicida a base di rame: chiedete consiglio all’agronomo di Copyr!

Piante associate