Dal blog di Copyr Dal blog di Copyr

Il frutteto

Il melo cotogno

pubblicato il 07.03.2017

Avete mai assaggiato la composta di mele cotogne? Viene anche detta “cotognata” ed è una vera prelibatezza. Il melo cotogno non è una pianta molto diffusa, ma i suoi frutti, dalla forma simile a pere e di colore giallo dorato, sono molto aromatici. Marmellate, gelatine ed altri squisiti dolci vengono preparati con questi frutti, da gustare preferibilmente cotti.

Il nome botanico del melo cotogno è Cydonia oblonga, appartiene alla famiglia delle rosaceae, come le mele e le pere, ed è originario dell’Asia occidentale.

E’ un albero di medie dimensioni, che non supera i 5m di altezza. La sua chioma è composta da foglie coriacee verde scuro, che cadono con il freddo spogliando la pianta. In tarda primavera emette fiori bianco-rosati.

E’ una pianta facile da coltivare, con poche esigenze. Coltivatela in un terreno ben drenante e fertile dotato di sostanza organica: fornite un buon concime a fine inverno, ricco in potassio, così da favorire la formazione dei frutti. Per esaltare il gusto di questi frutti provate Fortyl Bontà Bio in formato granulare, da distribuire al terreno alla base della pianta: somministrate il prodotto seguendo dosi e modalità indicate in etichetta.