Gerani

Categoria: Giardino

Il geranio che tutti conoscono come diffusissima pianta ornamentale non è un vero e proprio geranio ma un pelargonio (Pelargonium sp.). Sia il geranio vero che il pelargonio appartengono alla stessa famiglia delle geraniacee, ma mentre il geranio è una pianta selvatica diffusa in molte zone temperate, il pelargonio è una pianta originaria del Sud Africa importata in Europa nel XVII secolo.
La sua notevole adattabilità (può crescere sia in posizioni assolate che in mezzombra, su terreni piuttosto aridi che su terreni fertili) la sua continua fioritura da inizio primavera ad autunno avanzato, ne hanno favorito l’enorme diffusione.
È sicuramente la specie più diffusa a rallegrare davanzali e balconi.
I tipi di gerani più comuni sono:
- Gerani zonali
- Gerani edera
- Gerani imperatore

Il Geranio Zonale
Geranio_zonale_thumb Sono i gerani classici, diffusi in tutto il mondo. Hanno fiori con colori che vanno dal bianco al rosa, al rosso al viola, in un’infinità di tonalità. L’abbondanza della fioritura li rende perfetti per rallegrare balconi, davanzali, terrazzi e abbellire il giardino con ciotole variopinte. Una posizione soleggiata, un terreno fertile, concimazioni e irrigazioni adeguate ne favoriranno il vigore e lo sviluppo dei fiori.
Il Geranio Edera
Geranio_edera_thumb Come i gerani zonali, anche gli edera hanno una fioritura continua ed abbondante.
Sono caratterizzati da steli più lunghi e sottili, ricadenti, che andranno a formare una massa vegetativa densa e cospicua, ricca di fiori.
Anche i fiori dei gerani edera hanno un’ampia gamma di colori; molte varietà hanno petali screziati. La fioritura è favorita da posizioni in mezzombra.
Il Geranio Imperiale
Geranio_imperiale_thumb Questi gerani sono caratterizzati da una macchia più scura al centro del petalo, che dà particolare eleganza e bellezza.
Le foglie hanno dimensioni maggiori rispetto agli altri gerani. Hanno una fioritura più breve in quanto il caldo estivo inibisce la formazione di nuovi fiori.



Ambiente: davanzali, balconi, terrazzi, giardini
Esposizione: da pieno sole a mezz'ombra
Epoca di fioritura: fioriscono da primavera ad autunno inoltrato, tranne il geranio imperiale che fiorisce solo in primavera-estate
Terreno: in terreni fertili e ben concimati danno origine a fioriture migliori.
Irrigazione: annaffiare frequentemente; ogni giorno con temperature elevate.

Alternaria

Malattie

L'alternaria si conserva da un anno all'altro sui residui di piante ammalate e su ospiti spontanei. Le condizioni ottimali per il suo sviluppo sono l'elevata umidità ambientale ed una temperatura intorno ai 28°C. Questa malattia fungina è in grado di attaccare fusti, foglie e frutti delle piante. Viene anche comunemente chiamata "malattia della senescenza". Sui fusti possono comparire piccole macchie nere, ovali e ben delimitate che determinano l'appassimento della vegetazione sovrastante; l'infezione si può estendere con analoga sintomatologia alle ramificazioni contigue, ai piccioli, alle foglie e ai frutti. A livello di foglie la malattia genera macchie irregolari nerastre e necrotiche, tipicamente zonate in modo concentrico. Questa tipica conformazione viene assunta anche dalle macchie che compaiono sui frutti attaccati.

Vedi scheda completa